Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘comitato degli utenti’ Category

Presenti:  Fabrizio Di Stasio (Segreteria Assessorato)

Alessandro Fischiotta (Agenzia per la Mobilità)

Walter Sforzini (USB)

Massimo Dionisi (OR.SA)

Micaela Quintavalle (Cambiamenti)

Ilario Ilari (Lavoratori TPL)

Un rappresentante dei Precari ATAC

Maurizio Messina (Comitato Pendolari Roma Ostia)

 

L’Assessore era assente perché impegnato in giunta. Il Tavolo sociale è riconvocato comunque per lunedì 10 febbraio.

La riunione si è comunque tenuta, con alcuni aggiornamenti e la reiterazione delle richieste già illustrate all’assessore Improta. L’assessorato ha comunque comunicato che saranno assunti (a tempo determinato) 350 autisti con selezione pubblica, venendo incontro solo in parte alle richieste dei lavoratori precari stessi.  Sono state accolte alcune richieste provenienti dal Tavolo sociale, come quella di non mettere un limite all’età minima. E’ stato posto il problema anche di 30 meccanici precari, di cui il comune non aveva conoscenza e pertanto si riserva di valutare il caso.

Il comune ha aperto un tavolo con la Regione Lazio per definire cifre e criteri per la copertura delle spese sui trasporti.

Sulle agevolazioni agli studenti fuori sede richieste dal Tavolo sociale, ci è stato risposto che dati i numeri consistenti (circa 80.000 studenti fuori sede iscritti alle università romane) i costi relativi all’estensione dei benefici (leggi riduzioni) sono consistenti, tenuto conto anche delle altre agevolazioni oggi già in essere, per cui il comune si riserva di fare altre valutazioni prima di decidere in merito.

L’assessorato ha comunicato che un nuovo Piano Industriale di ATAC sarà redatto quando si conoscerà l’esatta disponibilità economica e che va fatto rapidamente il Contratto di Servizio (da sottoporre anche agli interlocutori sociali).

Nel frattempo il board ATAC ha subìto qualche alleggerimento, con l’allontanamento o non riconferma di dirigenti apicali. E’ stato risposto che molti dirigenti compromessi con la passata gestione sono ancora in ruolo, seppur ruotati di mansioni. Da notare che Saccà non fa più parte di ATAC.

Fischiotta ha poi illustrato per sommi capi il PGTU del comune di Roma recentemente presentato alla stampa, commentando i concetti che ne stanno alla base. Il testo completo sarà reso noto a breve, dopo una revisione con l’assessore. Ha richiesto che gli forniamo commenti e suggerimenti. Ha comunque aggiunto che a breve sarà riorganizzata tutta la rete con la razionalizzazione delle linee e delle corse.

A nome del Comitato Pendolari Roma Ostia ho ricordato che noi abbiamo già avanzato in sedi diverse le nostre proposte operative, su cui aspettiamo pronunciamenti precisi ed azioni conseguenti in tempi certi, riscontrabili con la valutazione dei risultati raggiunti. Su questo il Comitato (e tutti gli altri comitati a vario titolo interessati) vigilerà.

Annunci

Read Full Post »

Il Comitato Pendolari Roma Ostia, venuto a conoscenza  delle lettere di contestazione disciplinare inviate dall’ATAC  ai lavoratori  in lotta e addirittura intimidatorie come quella rivolta a Micaela Quintavalle, esprime la totale solidarietà ai lavoratori colpiti dall’odioso tentativo,  che mira  a intimidire chi lotta per la difesa dei giusti diritti, della dignità  del lavoro e per il rilancio del trasporto pubblico.

 

Non possiamo fare a meno di sottolineare che ATAC è un’azienda totalmente screditata agli occhi dell’opinione pubblica e di chi tutti i giorni per scelta o necessità utilizza il suo servizio e le lotte dei lavoratori non scalfiscono certo l’immagine già  ampiamente compromessa da scandali e scaldaletti, dai biglietti clonati alle fughe dei capitali all’estero, alle scandalose Assunzioni clientelari di Alemanno.

Ma la direzione di ATAC, sempre inefficiente e troppo pagata, preferisce scaricare sui lavoratori il frutto delle inefficienze gestionali.

Occorre rimandare le colpe della situazione alla Dirigenza ATAC, pedissequa “mano longa” delle volontà di una classe politica capitolina che, per il meno che si possa dire, è incapace a gestire sistemi complessi come il TPL.  Siamo di fronte ad un’Azienda pubblica  di trasporto locale, società in house di un Comune, che ha bisogno dello straordinario obbligatorio e plurisettimanale dei propri autisti per non “interrompere il servizio” al punto da chiedere l’interessamento del Prefetto per obbligare dei lavoratori a dare una prestazione strutturale di lavoro straordinario che, per definizione, dovrebbe essere occasionale.

Come  Pendolari della Roma Ostia siamo scesi in piazza assieme ai lavoratori perché le nostre richieste hanno molti punti in comune e continueremo a  lottare fianco a fianco  fino al raggiungimento dell’obiettivo di un trasporto pubblico efficiente.

 

Comitato Pendolari Roma Ostia

11 dicembre 2013

Read Full Post »

Video della protesta di oggi.

Trovate un buon servizio su http://www.canaledieci.it/

Inoltre:

 

Read Full Post »

 

“Siamo stanchi di essere trattati come animali – dice al megafono Maurizio Messina del Comitato pendolari Roma-Lido -. Abbiamo diritto ad un trasporto pubblico efficiente “.

Secondo Messina,  “la sequenza delle corse sulla Roma-Lido è totalmente inadeguata rispetto alle necessità: oggi il numero di corse è diminuito rispetto a cinque anni fa mentre il bacino di utenza è aumentato “.

viaPendolari della Roma-Lido in rivolta Autisti pronti allo sciopero pre-natalizio – Roma – Repubblica.it.

 

Read Full Post »

Trasporto pubblico: Il Comitato Pendolari Roma-Ostia, insieme ai comitati amici ed ai dipendenti ATAC protesta per rivendicare il diritto ad un trasporto pubblico efficiente.

 

Roma, 28 novembre 2013 –  Il Comitato Pendolari  Roma-Ostia, interprete dei continui disagi subiti dai viaggiatori e dopo ripetuti e infruttuosi incontri con ATAC, Comune e Regione in cui sono state analizzate le inefficienze del servizio e presentate proposte per il miglioramento anche a costo zero (Piattaforma link) inattese, insieme ai comitati amici ed ai dipendenti ATAC protesta per invocare il diritto ad un trasporto efficiente!

 

Il servizio continua ad essere scadente e peggiore di alcuni anni fa e costa alle nostre tasche, personali e pubbliche, più di prima. ATAC, Comune e Regione si rimpallano le responsabilità. Abbiamo ottenuto solo udienze di cortesia, che nascondono l’inefficienza del sistema di gestione, la malafede della dirigenza aziendale e l’assenza di controllo degli enti pubblici, a cominciare da Regione Lazio e Roma Capitale, che dovrebbero verificare il mancato rispetto dei contratti di servizio firmati con ATAC S.p.A.

Sul sito ufficiale di ATAC sono pubblicate queste “parole”:

 

“Politica di Atac per la Qualità, l´Ambiente, la Sicurezza e la Responsabilità Sociale costituisce il riferimento primario del Sistema di Gestione integrato implementato in Atac che riconosce quali valori fondanti per l´impresa:
– la centralità della persona, intesa sia come risorsa umana che come cittadino/cliente
– l´attenzione al territorio ed alle esigenze della collettività
– il rispetto e la tutela dell´ambiente
– la valorizzazione delle risorse umane
– la sicurezza e la salvaguardia della salute e delle condizioni di lavoro
– la correttezza e la trasparenza nelle relazioni
– l´efficacia e l´efficienza gestionali”

 

Questo è il “Libro dei sogni”! Noi rivendichiamo cose concrete, semplici ed ovvie ed investimenti sostenibili e responsabili.

 

Trasparenza nel rendere note tutte le decisioni che hanno un riflesso diretto sui viaggiatori e con l’apertura di canali diretti di partecipazione dal basso (Tavolo periodico con Comitati, Associazioni, attivazione effettiva dell’Osservatorio sul trasporto pubblico regionale e attivazione di tavoli bilaterali su singole tratte o bacini di traffico).

 

Nuova stazione Acilia Sud e rifacimento della Stazione di Tor di Valle: tempi certi  e cronogramma  pubblico per i cantieri di costruzione .

 

Nuove stazioni di Giardini di Roma-Caltagirone e di Mezzocammino: Comunicati ufficiali e cronogramma pubblico sullo stato del progetto e loro finanziamento.

 

Aggiornamento ufficiale del cronogramma relativo all’immissione in servizio di treni nuovi, come i CAF o, almeno, di quelli “rigenerati”, ponendo seria attenzione a non creare ulteriori sprechi con recuperi di vetture mal funzionanti per gravi errori di valutazione.  (vedi le “Frecce del Mare” da noi ribattezzate “Fecce” del mare, Frecce del male etc.)

 

Aumento del numero dei treni viaggianti. Va potenziato il numero di treni viaggianti fino a quanto la rete è in grado di sostenere, per riportare la frequenza nelle ore di punta a valori preesistenti accettabili (era a 7 minuti e mezzo fino al 2007).

 

Valorizzazione senza vendita del patrimonio immobiliare aziendale connesso alla linea.

 

Interventi sui binari ATAC deve accelerare le procedure per l’affidamento, già deciso,  delle attività di intervento sui binari, con “riprofilatura” delle rotaie, eliminando anche le giunture,  in modo da intervenire sulla sorgente del rumore preveniente dal passaggio dei treni, attenuandolo, ed in questo modo evitare inutili spese in barriere anti rumore e remotizzazione del controllo sugli impianti di traslazione.

 

Potenziamento dell’informazione all’utenza, sia preventiva che contestuale ai sistematici disservizi attraverso: il Coordinamento delle partenze dei bus fuori delle stazioni in corrispondenza con l’arrivo dei treni ed affissione degli orari di partenza dai capolinea; Installazione di cartografia nelle hall di stazione, aggiornate con la rete trasporti superficie; Affissione degli orari nelle stazioni, in forma comprensibile e generalizzata.

Avvisatore di ritardi e orari (ottico/acustico) nelle stazioni e principali capilinea bus

Riattivazione per l’intero orario di esercizio dei box di stazione, oggi sguarniti anche in importanti stazioni delle metro A e B, utilizzando il personale non viaggiante largamente assunto negli ultimi anni.

Incremento personale macchinista con recupero dei Capi treno e incremento livello sistemi di sicurezza in linea.

 

Possibilità di vendita anche di abbonamenti mensili  nelle emettitrici di biglietti già presenti nelle stazioni e apertura di sportelli per la vendita delle Metrobus Card  nelle principali stazioni

Riattivazione di una efficiente manutenzione dei tornelli e dei lettori magnetici del sistema “Beep and Go” e attivazione di squadre di controllo dei biglietti in attività giornaliera almeno su tutte le linee su ferro.

 

Servizio rilevazione e raccolta disservizi con risposte concrete e non di cortesia.

Revisione della Carta dei Servizi e rispetto degli Orari Ufficiali di contratto

Installazione di rastrelliere per le biciclette negli spazi antistanti le stazioni.

 

Manutenzione e pulizia delle stazioni (ascensori, scale mobili, infiltrazioni d’acqua, ecc…..) e  dei treni preventiva e giornaliera; Climatizzazione dei vagoni  con verifica trasparente sull’esecuzione del contratto da parte del sub-appaltatore di ATAC.

 

Il Comitato Pendolari Roma Ostia intende lavorare con questa prospettiva con il massimo coinvolgimento dei viaggiatori e dei lavoratori impiegati nel servizio, che sono l’altra faccia della medaglia del disagio, aprendo il confronto con tutti quei soggetti che a vario titolo sono coinvolti (ATAC in primo luogo, Agenzia della Mobilità, Municipi, organizzazioni sindacali, altri comitati, ecc.). Vogliamo favorire la partecipazione democratica dei cittadini alle scelte che li riguardano e per questo chiediamo ad ATAC di istituire uno specifico ufficio rivolto al colloquio con il pubblico per accogliere e discutere le istanze dei fruitori del servizio.

Read Full Post »

Per ascoltare l’intervista al portavoce del comitato dei pendolari:

https://archive.org/download/131127AtacPendolari/131127_atac_pendolari.mp3

L’unità tra autisti e fruitori del trasporto pubblico è l\’unica strada percorribile per cambiare davvero rotta: migliorare il servizio, tutelare il lavoro, fermare corruzione e privatizzazioni. Domani è previsto un importante appuntamento che va in questa direzione, indetto dal comitato pendolari di Ostia e sostenuto dagli autisti, in lotta dallo scorso ottobre.

Ore 10.30 manifestazione di fronte al deposito Atac di via Prenestina 45

viaAtac: giovedì 28 manifestazione congiunta di pendolari, autisti, viaggiatori | Radio Onda Rossa.

Read Full Post »

“Atac, comune, regione: è ora di responsabilità! Mobilitiamoci per protestare insieme!”, è lo slogan dell’evento. Alla base della protesta “i ripetuti ed infruttuosi gli incontri con Atac e regione (gestione Polverini e gestione Zingaretti); le disattese proposte per il miglioramento del servizio, anche quelle a costo zero, proposte dal comitato, che si è fatto interprete delle lamentele e della rabbia dei pendolari; il servizio che continua ad essere scadente e peggiore di alcuni anni fa, con costi diretti per le tasche dei cittadini, personali e pubbliche, più di prima; il rimpallo di responsabilità tra Atac, comune e regione. Abbiamo diritto a trasporti decenti! Basta con i rinvii! Fuori i soldi per gli investimenti”, affermano i pendolari, esasperati.

viaRoma-Lido, scatta la protesta: “Basta rimpalli! Fuori i soldi!” – Ostia TV.

 

Read Full Post »

Older Posts »