Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘discorsi in viaggio’ Category

scrive massimiliano

Buongiorno, la situazione della mobilità nel 13° municipio è diventata insostenibile. Ogni anno aumentano a dismisura gli abitanti di questa parte di Roma e la viabilità è sempre più precoce.
Aspetto con ansia le elezioni, le belle promesse dei politicucci di turno che vengono a fare comizi sempre pieni di speranze illusorie!
La via del mare, l’ostiense e la colombo sembrano fiumi di macchine.
Il trenino di ostia sempre più affollato: c’era bisogno di eliminare i treni nelle ore di punta? mi ricordo che ne passavano uno ogni 5 minuti dalle 7 alle 8! treni con sempre più problemi tecnici, aggiungiamo qualche sciopero, ed il collasso arriva! Le bestie che vanno al macello viaggiano meglio di noi!
Hanno aumentato il prezzo dei biglietti e degli abbonamenti, hanno eliminato alcuni treni nuovi per donarli alla Linea metroB.
Prima o poi succederà un casino..la gente è esasperata!
Il comune di Roma che ha dato licenze di costruzione senza pensare prima alla viabilità e ai trasporti!
Vergognatevi assessori!
E vogliamo parlare degli autobus? Quelli ancora più pieni, con frequenze inverosimili. Vetture che si sfasciano perchè i motori, viaggiando sempre a pieno regime, è normale che non ce la facciano più! Gli autisti, anche loro esasperati!
Una volta che arrivo al’eur, un altro mondo: vetture nuove, autobus semi vuoti, autisti rilassatissimi!
E’ ora di dire basta!

Read Full Post »

Dal Corriere della Sera

«Commissione d’indagine su quaranta appalti Atac»

L’ad Diacetti: «Se la Regione non paga abbandoneremo la ferrovia Roma-Lido»

via «Commissione dindagine su quaranta appalti Atac».

 

Read Full Post »

Da un certo periodo di tempo la crisi ha spinto forzatamente a fare scelte fino a qualche anno addietro impensabili  per  esempio andare a lavorare con i mezzi pubblici per far quadrare il bilancio famigliare.

Il giorno 15 maggio, per la precisione martedì nel primo pomeriggio intorno alle 16.00, come di consueto scendo dalla metro a Eur -Magliana per prendere il trenino Roma-lido che generalmente fa attendere dai dieci/quindici minuti.

Quel giorno l’attesa è stata oltre ogni misura, sebbene l’altoparlante tentasse di far sentire che vi fossero forti ritardi sulla linea la gente iniziava ad agitasi dopo 20 minuti mezzora di attesa il disservizio era palesemente sottovalutato, ma intanto l’altoparlante di tanto in tanto annunciava questo forte ritardo sulla linea, ad un certo momento una signora ha perso la pazienza e si è rivolta ad un macchinista della metro B gridandogli che l’ATAC doveva chiudere, che se ne dovevano andare tutti a casa a fare la fame!

Sinceramente lo sfogo della signora è stato apprezzato da tutti gli utenti al momento pensato come sfogo dopo più di quarantacinque minuti di attesa.

Forse la protesta della signora ha avuto la sua eco perché dopo pochissimi minuti è arrivato un trenino che dopo una manovra di assestamento, finalmente esausti dell’attesa inattesa ci ha portato a destinazione.

Personalmente al momento dell’arrivo del ternino, ho avuto modo di chiedere ad una dipendente dell’ATAC quale fosse il motivo di quel ritardo mi è stato risposto che si era rotta nei pressi della Magliana una macchina e che gli operai stavano ripararla. Non penso sia questo il motivo vero perché a Magliana c’è un grande deposito dove avrebbero potuto portare il treno in panne, rimane questo mistero e il fatto che alla gente non si dice quello che realmente è e che per avere delle cose che in altri paesi sono normali qui bisogna urlare.

Read Full Post »

dice Franco:

Volevo segnalare una anomalia che si presenta puntualmente tutte le mattine nella stazione di Magliana e che riguarda tutti i passeggeri che utilizzano la metro B verso Laurentina ovvero sistematicamente avviene il cambio di conducente con relativo rallentamento della corsa e penalizzazione nei tempi di percorrenza.
Nulla quaestio sulla necessità operativa di effettuare il cambio per mi chiedo come mai il personale neo assunto (facilmente deducibile) si fa trovare pronto ad inizio banchina per il cambio mentre altri se la prendono comoda .. forse non sono a conoscenza del loro turno?
Perché chi deve andare a lavoro deve essere penalizzato da questo comportamento mentre invece quanto al ritorno stessa stazione (magliana) in concomitanza tra l’arrivo in banchina della metro B direzione termini e la partenza del trenino direzione Ostia sembra utopico aspettare i passeggeri per il trasbordo chiudendo a volte le porte in faccia alla gente?

dice Claudia:

segnalo che anche oggi il treno delle 07:59 da Stella Polare è partito in ritardo.
Quello che propongo, e che ho già proposto anche all’Atac è di cambiare gli orari e renderli più compatibili con il ridotto numero di vetture a disposizione.
Mi spiego: se per ragioni varie le vetture disponibili si sono ridotte a meno della metà è ovvio che non si potrà rispettare la frequenza schedata.
Allora, nell’attesa che si corra ai rimedi, come prima misura occorre rivedere gli orari per far sí che le persone non si trovino ad aspettare al freddo perché una o più corse sono saltate, e a viaggiare con il corrispettivo di almeno due treni in uno.
Insomma, meno corse ma rispettate potrebbe essere una misura MOMENTANEA per ridurre un po’ i disagi.

Read Full Post »

Tuitta, questa mattina alle 9,50, Paolo:

#RomaLido #CasalBernocchi ascensori e scale mobili “spenti”. Ancora una volta complimenti @InfoAtac@romalidoinfo @romamobilita

C’è chi, come iltreninoromalido, Diario di un utente della linea roma lido, distrutto dalla vita (in metro), ma sempre fiducioso fa del suo viaggio, un diario online ed oggi ci dice:

  • #magliana la gita nel ghiaccio e’ finita. Ora la #metrob #atac #roma #freddo
  • #tordivalle fa solo freddo, #ora nelle cuffiette
  • #vitinia sempre freddo, ma nessun problema
  • #carrettadelmare in arrivo, puntuale, vuota, fredda #atac #roma

C’è voglia di comunicare sulla Roma Lido, di esprimere frustrazione e rabbia.


Soprattutto voglia di cambiare

.

Le lamentele continuano ad arrivare sul blog, i questionari online sono 400.

______________________________________________

E ieri Riccardo Iacona  in una splendida puntata di Presa Diretta, raccontando “MALAROMA” ha, tra l’altro, parlato lungamente  dei mali della mobilità a Roma e di quelli della ROMA LIDO.

La puntata è online e la trovate a questo link.

Read Full Post »

Dice Cristian:

Il servizio negli ultimi due anni è notevolmente peggiorato a fronte di una domanda crescente dovuta sia all’aumento demografico dell’entroterra lidense che all’aumento dei costi necessari per il trasporto privato.
Non solo sono state diminuite le corse nell’ora di punta da una ogni 7 minuti ad una ogni 10 minuti (ovvero 3 corse in meno in un’ora) ma continui problemi causano frequenti ritardi e cancellazione di corse.

A fronte di tutto ciò l’ATAC non mostra di avere nessun piano per risolvere i problemi (vedi incontri con comitato di quiartiere aciliasud 2000). Sono incazzatissimo.

E’ un interessante spunto di riflessione.

I disagi della Roma Lido derivano anche dalla assenza di coordinamento tra il trasporto sul ferro e quello su gomma.

I  pochi soldi delle risorse per la mobilità vengono allocati dalla giunta capitolina per progetti faraonici, come l’attraversamento del centro storico con la Linea C, invece che per potenziare gli assi di ingresso in città.

Già dai risultati online si comincia a vedere che gli utenti della Roma Lido hanno la percezione di questa mancanza di coordinamento del trasporto urbano.

Non c'è un efficace coordinamento della rete dei trasporti!

Non c'è un efficace coordinamento della rete dei trasporti!

Si veda anche: “www.liberoquotidiano.it” – Roma: Alberti (Fds), per metro ‘C’ costi triplicati, Comune faccia passo indietro

Read Full Post »

Scrive una passeggera :

Io e mio marito stiamo andando via dall’Italia verso l’Australia anche per scappare da questo disagio enorme dei trasporti che rende la vita ancora più complicata e stressante.
Spesso viene voglia di tenerseli in tasca i soldi del biglietto, tanto la security non può dire nulla ai tanti che scavalcano i tornelli! 

Read Full Post »

Scrive Giuseppe:

Salve, la vostra iniziativa è assolutamente condivisibile.
Vi dico solo che la settimana scorsa ho “festeggiato” un anno dal giorno in cui mi sono rotto un ossicino della spalla destra nel tentativo di salire su un treno a Vitinia affollato all’inverosimile  dopo che ne erano passati altri tre strapieni…

 

Read Full Post »

Scrive Tiziana:

Sarà un caso…ma ho notato che da quando abbiamo compilato i questionari e di conseguenza sono stati resi noti i dati che non mettono di certo in evidenza il “gradimento” del servizio da parte degli utenti, le cose sono leggermente migliorate…
per es., la mattina verso le 8,20-8,30 si riesce a prendere il treno a Tor di Valle senza spinte…
e sono due mattine che fanno passare treni nuovi al posto delle vecchie carrette…
se durerà non so, ma di sicuro bisogna fare i complimenti ai promotori di questa iniziativa, per il coraggio di osare e soprattutto per aver dato voce alle nostre lamentele silenziose ed alla nostra eterna sopportazione, alla rassegnazione perchè “tanto non cambia nulla”…

l’ottimismo aiuta … la battaglia sarà lunga ma c’è tutta l’intenzione di non mollare!

Read Full Post »

Dice una gentile passeggera a Carlo, un attivista impegnato alla stazione di Vitinia:

….. non mi basta il questionario per dire tutto quello che vorrei! I campi sono obbligati ci sarebbero tante altre cose da dire!

La passeggera ha ragione!

Ma il questionario (necessariamente obbligato per portare ai  nostri interlocutori dei dati “statisticamente organizzati”) è solo la prima tappa di una battaglia per costruire  un presidio permanente e dal basso della qualità di un servizio essenziale. La  “mobilità” è un bene comune da difendere.

Il comitato degli utenti vuole restare attivo, questo blog non morirà, saranno fatte altre campagne di comunicazione e di raccolta di informazione.

Nel frattempo, oltre al questionario, che invitiamo tutti a compilare, questo blog è aperto a raccogliere in maniera libera ogni suggerimento.

I modi sono svariati.

  • Si possono lasciare commenti nella pagina “restiamo in contatto” in cui oltre ad un form di commento sono spiegate tutte le modalità  (blog, email, facebook, twitter, flickr) per dare voce al nostro pensiero.
  • Ogni articolo ed ogni pagina del blog è aperta al commento, con una blanda moderazione.
  • Stiamo  dando evidenza a qualunque opinione comunque ci arrivi pubblicando sul blog i commenti più interessanti.

Forza! Abbiamo tutti gli strumenti per dare voce alla nostra voce!
megafono

Read Full Post »

Older Posts »